Amianto, contributi alle scuole per la bonifica

Bando regionale da oltre 2,2 milioni di euro

Lanciato dalla Regione Piemonte un bando per interventi volti a eliminare la presenza di amianto nelle scuole di proprietà pubblica (infanzia, primaria, secondarie di I e II grado).
Possono accedere ai contributi le Province e i Comuni, proprietari di edifici regolarmente censiti e iscritti all’Anagrafe Edilizia Scolastica entro il 21 aprile 2013.
Lo stanziamento è di 2.260.000 euro , investiti dai tre Assessorati all’Istruzione, all’Ambiente e all’Energia: per ogni intervento è prevista la copertura al 100% dei costi di smaltimento dell’amianto e   fino a 75mila euro per le opere di ripristino.
Un bonus aggiuntivo (fino a 50mila euro) è previsto per gli interventi che , oltre alla bonifica e smaltimento dell’amianto, prevedano anche un miglioramento dell’efficienza energetica dell’edificio scolastico.
La scadenza del bando è fissata per il 6 giugno 2013.
Per scaricare la documentazione: www.regione.piemonte.it/istruz/edsco/index.htm
Le domande possono essere presentate a partire dal 29 aprile.

“Dopo il Piano da 50 milioni di euro, varato nei mesi scorsi, con l’obiettivo di mettere in sicurezza le nostre scuole a livello strutturale – commenta il presidente della Regione, Roberto Cota – con questo nuovo bando interveniamo su un altro aspetto particolarmente delicato. Pur nelle difficoltà economiche che la Regione sta affrontando, l’attenzione continua a essere forte e rendere le nostre scuole sicure rimane una priorità”.

“In Piemonte l’80% degli edifici scolastici è stato costruito prima del 1976, quindi, è indispensabile intervenire, non solo sulla messa in sicurezza strutturale, ma anche per la bonifica dai materiali pericolosi per la salute, come l’amianto – commentano gli assessori regionali all’Istruzione, Alberto Cirio , all’Ambiente, Roberto Ravello , e all’Energia, Agostino Ghiglia – Questo bando ci consente, allo stesso tempo, di migliorare gli standard energetici delle nostre scuole, in linea con quanto previsto dalla legge e con l’attenzione che il nostro territorio ha per la tutela ambientale”.

 

Fonte La Stampa – Amianto, contributi alle scuole per la bonifica