Amianto friabile -Tecnica di bonifica con l’utilizzo di glove bag

Tecnica di Bonifica Amianto Friabile – GloveBag

La glove bag per la bonifica dell’amianto friabile e’ una cella di polietilene munita di guanti interni per effettuare l’intervento di bonifica.

Questa tecnica per la bonifica dell’amianto friabile e’ utilizzata prevalentemente per rimuovere segmenti ridotti di coibentazione,generalmente su tubazioni con amianto e gesso, valvole, guarnizioni o giunzioni in  genere.

Le tubazioni in amianto, per poter essere bonificate tramite glove bag, devono avere una temperatura operativa al di sotto dei 60 gradi centigradi ed il diametro non deve superare i 30 cm.

La glove bag e’ un confinamento statico in forma ridotta e permette l’intervento solo su brevi tratti di superficie.

E’ buona norma, dove e’ logisticamente possibile, creare un confinamento statico anche della stanza in cui la glove bag viene utilizzata, per scongiurare la remota possibilita’ di dispersione delle fibre di amianto in caso di rottura della sacca in polietilene.

La glove bag deve essere utilizzata solo da tecnici altamente specializzati , adeguatamente formati e cosa piu’ importante di tutte, con una grande esperienza alle spalle.

Interventi per la preparazione dell’area di bonifica

  • Delimitazione dell’area, predisposizione dell’ UDP (unita decontaminazione del personale), apposizione della cartellonistica di legge
  • Pulizia accurata di tutta l’area oggetto di bonifica
  • Realizzazione di confinamento statico, sigillatura delle aperture in comunicazione con l’esterno, polite natura del pavimento e di tutti gli oggetti che non e’ stato possibile rimuovere.
  • Durante l’uso del glove-bag deve essere vietato l’accesso a personale non direttamente addetto nel locale o nell’area dove ha luogo l’intervento. Il divieto di accesso sarà espresso mediante l’apposizione di idonei cartelli segnaletici sugli ingressi all’area di lavoro;
  • Deve essere tenuto a disposizione un aspiratore a filtri assoluti HEPA per intervenire in caso di eventuali perdite di materiale dalla cella;

Descrizione operativa della glove bag

  • Preparazione della Glove bag, preparazione di tutti gli attrezzi utili alla rimozione dell’amianto friabile (nastro americano, cesoie, raschietti, spazzole metalliche ecc.), pompa a bassa pressione, incapsulante e aspiratore con filtri assoluti
  • Posa della glove bag sul segmento interessato, inserimento dell’aspiratore e del beccuccio della pompa dell’incapsulante all’interno degli appositi fori della sacca, nastratura del foro.
  • Accensione dell’aspiratore, la glove bag implode e contestualmente puo’ cominciare l’incapsulamento del manufatto in amianto.
  • Rimozione del materiale amiantoso, avendo l’accortezza di non farlo cadere in maniera brusca nel sacco per evitarne la rottura
  • Messa in sicurezza delle teste di taglio della coibentazione rimossa tramite accurato incapsulamento e nastratura.
  • Posizionamento degli attrezzi utilizzati per la rimozione in un guanto della glove bag, eseguire una strozzatura con l’utilizzo del nastro e tagliare
  • Eseguire una strozzatura nel sacco, nastrarlo, tagliarlo e riporlo in un altro sacco etichettato per il conferimento alle discariche autorizzate.

La glovebag, il confinamento statico, il confinamento statico-dinamico, sono tecniche per la rimozione dell’amianto friabile che, per la loro complessita’ e per la pericolosita’ del materiale trattato, necessitano di un’altissima specializzazione e di anni di esperienza.

I tecnici di Virtus srl hanno le competenze ed il know-how necessario ad affrontare progetti di bonifica da amianto friabile di qualsiasi entita’ anche in contesti sensibili come scuole, ospedali, uffici pubblici.

Tutti gli interventi da noi effettuati nel corso degli anni sono, su richiesta del cliente, documentabili e visibili presso i nostri uffici.