Strip-Out e Demolizione – Torre Garibaldi di Milano

Strip-Out e Demolizione

Terminano le fasi di strip-out, scheletrizzazione con smontaggio delle facciate e demolizioni impianti e muri della torre Garibaldi di Milano

All’interno dell’intervento di riqualificazione delle torri Garibaldi a Milano, la piu’ prestigiosa ristrutturazione degli ultimi anni in citta’, Virtus srl, rispettando le tempistiche e portandosi a casa gli elogi della committenza e di autorevoli professionisti del settore, termina in questi giorni le ultime demolizioni murarie, in un lavoro durato parecchi mesi.

Nella prima fase delle lavorazioni abbiamo effettuato lo sgombero totale dell’edificio che si articolava su 25 piani, da tutto il mobilio e le suppellettili rimaste.

Nella seconda fase, lo strip out interno vero e proprio, i nostri uomini hanno smontato i controsoffitti in fibra, alluminio e cartongesso, bonificato le FAV presenti seguendo tutte le procedure e demolito le pareti divisorie, sia in legno che in muratura. Dopo aver ridotto le risulte nella misura adatta al trasporto su montacarichi esterni o tramite cassoni auto scaricanti agganciati alle gru, e’ stato tutto smaltito.

E’ stata poi la volta degli impianti tecnologici verticali ed orizzontali, demoliti, dove la situazione lo permetteva, tramite l’uso di fiamme ossidriche, o dove la situazione ambientale lo sconsigliava, con l’ausilio delle nostre attrezzature speciali come le micro cesoie idrauliche ed i miniescavatori telecomandati, di peso inferiore alla tonnellata.

Mentre la demolizione degli impianti continuava, partendo dall’alto verso il basso e le risulte metalliche venivano ridotte e sgomberate, una seconda squadra partiva dai piani liberi con la demolizione delle pavimentazioni in marmo, ceramica, parquet e PVC. In questa fase l’uso della nostra speciale macchina Stripper, manovrata da un nostro addetto appositamente formato e l’uso di minipale e motocarriole, tra le piu’ avanzate presenti sul mercato, ha fatto la differenza. La demolizione dei pavimenti e’ stata ultimata in tempo record.

Durante tutte queste lavorazioni, una terza squadra, munita di tutti i DPI necessari per le operazioni di questo tipo, affrontava il complesso, ma affascinante compito di smontaggio delle facciate continue e delle parti decorative dei prospetti laterali, costituite da vetroresina e cemento. Tagli di precisione, fasi di imbragatura dei pezzi e di scarico progettate ad hoc per questo cantiere, ci hanno permesso di portare a termine con successo questa dismissione, aprendo il campo alla riqualificazione dell’edificio.